Fonti di Approvvigionamento

Le fonti di approvvigionamento dell’acquedotto comunale di Canzo sono le seguenti:
1) Pozzi Cà Bianca e Cà Nova: posti alla quota di 350m s.l.m. (figura 1), alimentano l’omonino serbatoio della Ca Nova, da qui tramite le pompe di rilancio viene alimentata la rete, il serbatoio del Lazzaretto e il serbatoio di Scioscia.

2) Sorgente Arcenc: la sorgente è posta a 480m s.l.m., convoglia l’acqua direttamente in rete. (figura2)

3) Sorgente Prà Invers: posta alla quota di 750m s.l.m. nella valle del torrente Ravella, alimenta il serbatoio della Calchera.

4) Sorgente Pesora: posta alla quota di 575m s.l.m., convoglia le sue acque nel serbatoio del Lazzaretto.

               Fig. 1                                                                                                          Fig. 2

Serbatoi

1) Serbatoio “Calchera”: posto ad una quota di 500m s.l.m. -volume 100mc- raccoglie le acque provenienti dalla sorgente “Pra Invers” e in caso di siccicità, tramite impianto di sollevamento quelle provenienti dal serbatoio del Lazzaretto (figura 3)
2) Serbatoio del “Lazzaretto”: si tratta di due serbatoi collegati tra loro, il primo a quota 448m s.l.m. -volume 320mc-, mentre il secondo a quota 445m s.l.m. -volume 250mc- (figura 4). L’alimentazione avviene principalmente dalla centrale della Cà Nova mediante rilancio e dalla sorgente Pesora, e nei periodi più piovosi dallo scarico di troppo pieno del serbatoio della Calchera.
3) Serbatoio di “Scioscia”
: posto ad una quota di 465m s.l.m. -volume 400mc- raccoglie le acque provenienti dalla centrale di rilancio della Cà Nova.(figura5)
4) Serbatoio “Ca Nova”
: posto ad una quota di 350m s.l.m. -volume circa 200mc- raccoglie le acque provenienti dai pozzi Cà Bianca e Cà Nova (figura 6) e mediante tre pompe sommerse rilancia la portata in rete.

  Fig. 3                                                              Fig.4                                                             Fig. 5

Rete Idrica

Il territorio comunale di Canzo è servito dalle seguenti reti:

  1. Rete alta: assicura il servizio nella zona di Gajum e nella parte alta del paese, tramite il serbatoio di compenso della Calchera, alimentato dalle sorgenti del Prà Invers e dall’acqua proveniente dal serbatoio del Lazzaretto (se necessario tramite sollevamento);
  2. Rete Arcenc: alimentata dalla sorgente Arcenc situata in comune di Asso, la cui addutrice si immette direttamente in rete;
  3. Rete pozzi: è alimentata dalla sorgente Pesora, le cui acque vengono convogliate al serbatoio del Lazzaretto e soprattutto dai pozzi Cà Bianca e Cà Nova attraverso l’impianto di rilancio.

Dalla rete idrica del comune di Canzo si diramano altre due reti a servizio dei comuni di Castelmarte e Proserpio. Il territorio comunale è suddivisibile in 3 differenti zone:

Zona A – rete alta: alimentata dalle sorgenti Prà Invers

► Zona B – rete Arcenc: alimentata dalla sorgente Arcenc

Zona C – rete pozzi: alimentata dai pozzi Ca Nova e Ca Bianca