Fonti di Approvvigionamento

Le fonti di approvvigionamento dell’acquedotto comunale di Caslino d’Erba sono le seguenti:
1) Sorgente “Gardee”: posta alla quota di 658m s.l.m. alimenta l’omonino serbatoio. L’acqua scaturisce da una frattura della roccia ed è raccolta da una piccola opera di captazione. (figura 1)

2) Sorgente tubi drenanti “Alpe Prina”: posta alla quota di 613m s.l.m. è ubicata alle spalle del serbatoio Alpe Prina. L’acqua viene raccolta da 3 tubi drenanti (figura 2) e convogliata nel sottostante serbatoio.

3) Sorgente “Carrobbio”: posta alla quota di 439m s.l.m. è ubicata sulla destra orografica del torrente “fiume Grande”. L’acqua scaturisce da fessure della roccia, è sollevata con pompe e convogliata al serbatoio Alpini. (figura 3)

4) Pozzo “Cascina Mambretti”: posta alla quota di 352m s.l.m. è ubicato in via per Asso. Nel pozzo sono installate due pompe di uguali caratteristiche che spingono l’acqua fino alla stazione di rilancio posta in via Adamello. (figura 4)

   Fig. 1                                               Fig. 2                                              Fig. 3                                          Fig. 4

Serbatoi

Procedendo da monte dell’abitato verso valle, i serbatoi dell’acquedotto comunale sono i seguenti:
1) Serbatoio “Alpe Prina”: posto ad una quota di 610m s.l.m. -volume 80mc- raccoglie le acque provenienti dalla sorgente “tubi drenanti Alpe Prina” e dal serbatoio “Gardee” e le convoglia verso il serbatoio Madonnina (figura5)

2) Serbatoio “Gardee”: posto ad una quota di 601m s.l.m. raccoglie le acque provenienti dalla sorgente omoninma.

3) Serbatoio “Madonnina”: posto ad una quota di 499m s.l.m. -volume 40mc- raccoglie le acque provenienti dal serbatoio “Alpe Prina” (a gravità) e dal pozzo “Cascina Mambretti” tramite la stazione di rilancio di via Adamello. (figura 7)

4) Serbatoio “Alpini”: posto ad una quota di 436m s.l.m. -volume circa 55 mc- raccoglie le acque provenienti dal serbatoio “Madonnina”, a gravità, e dalla sorgente “Carrobbio”, tramite pompe di sollevamento. (figura 8)

 

   Fig. 6                                               Fig. 7                                              Fig. 8                                          Fig. 9

Rete Idrica

Il territorio comunale di Caslino d’Erba presenta un orografia tale per cui si hanno notevoli dislivelli tra le varie zone del territorio: si passa dai 325m s.l.m. della piana del Lambro agli oltre 460 m s.l.m. dell’abitato sino a raggiungere i 595m s.l.m. dove sono presenti le ultime abitazioni servite.
Il territorio comunale è suddivisibile in 3 differenti zone:

► Zona A – rete Alpe Prina: alimentata dalla sorgente Gardee e dalla sorgente tubi drenanti alpe Prina

► Zona B – rete Alpini: alimentata soprattutto dalla sorgente Carrobbio

► Zona C – rete Madonnina: alimentata soprattutto dalla sorgente Alpe Prina