Utenti

Gli utenti dei servizi offerti da ASIL SpA sono Comuni, Aziende, singoli cittadini che chiedono di allacciarsi ai collettori consortili o alle fognature comunali convenzionate con ASIL SpA che convogliano le acque reflue all’impianto di depurazione di Merone.
In base alla tipologia di scarico e al punto d’immissione dello scarico, l’utente presenta la domanda di allacciamento secondo la tabella seguente:

tabella_domanda_allacciamentoTutte le domande vengono vagliate dall’ufficio tecnico di ASIL SpA che:

–  controlla la presenza di tutta la documentazione prevista dal regolamento;

–  richiede, se necessario, altra documentazione o informazioni;

–  effettua un sopralluogo per verificare:

  1. a)  dislocazione geografica dell’utenza (punto di innesto);
  2. b)     rispondenza dei dati presenti nella domanda.

In base al sopralluogo, alla documentazione presentata e alle norme vigenti in materia, viene definita la tipologia dello scarico che può assumere le connotazioni di:

  1. a) acque reflue domestiche o assimilate;
  2. b) acque reflue industriali.

Allacciamenti al collettore consortile ed alle fognature comunali

Nel caso di utenti che richiedano di allacciarsi direttamente al collettore consortile, l’ufficio tecnico di ASIL SpA individua il punto più idoneo per l’esecuzione dell’allacciamento e le esigenze tecniche ed economiche per la realizzazione dello stesso. Gli allacciamenti alle reti fognarie comunali sono concessi invece dal gestore della rete (in genere il Comune stesso) ad esclusione di quei Comuni che hanno incaricato ASIL SpA del servizio di fognatura (Alserio, Asso, Canzo, Caslino d’Erba, Erba, Longone al Segrino, Ponte Lambro, Sormano, Valbrona) e dei comuni convenzionati con ASIL SpA (Anzano del Parco, Castelmarte).

Comunicazioni all'Amministrazione provinciale e a ARPA

L’ASIL comunica alla Provincia e all’ARPA, con periodicità stabilita dai due Enti, i pareri emessi per il rilascio delle autorizzazioni allo scarico di acque reflue industriali ed i volumi di scarichi domestici che si sono aggiunti nel periodo indicato.

Monitoraggio scarichi delle utenze industriali

Gli scarichi delle utenze industriali, una volta autorizzati dall’A.ATO, sono monitorati secondo un programma stabilito dal Responsabile del Laboratorio di ASIL SpA. Il piano di monitoraggio ed i risultati analitici sono trasmessi periodicamente all’Amministrazione provinciale e all’ARPA con le cadenze temporali da essi stabilite.

Allacciamenti di utenti con scarichi di acque reflue industriali

A partire dal 1 gennaio 2013, ai sensi del D.P.R. 07/09/2010 n. 160, l’istanza di autorizzazione/rinnovo scarichi industriali e di prima pioggia in fognatura deve essere trasmessa allo S.U.A.P. territorialmente competente, in qualità di autorità procedente.

La D.G.R. 8/11045 del 20 gennaio 2010 e il regolamento di fognatura, collettamento e depurazione delle acque reflue urbane prevedono però che l’ASIL emetta un parere vincolante per il rilascio dell’autorizzazione.

L’ASIL inoltre valuta la necessità di posa di un misuratore di portata allo scarico e richiede all’utente, oltre alla sottoscrizione del “foglio patti e condizioni” (Mod.08), anche quella del contratto per la posa del misuratore (Mod.04). Il parere per l’autorizzazione allo scarico di acque reflue industriali è rilasciato dall’ASIL insieme a prescrizioni tecniche che costituiscono parte integrante del documento autorizzativo comunale (Mod. 05).

Carta del servizio idrico integrato - segmento depurazione

In attesa della realizzazione del servizio idrico integrato di ambito, ai sensi della Legge 5 gennaio 1994, n° 36, cosi’ come sostituita dal D. Lgs. 152/06, la CONVENZIONE PER LA PROSECUZIONE DELLE ATTIVITÀ’ DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NELLA PROVINCIA DI COMO NELLA FASE TRANSITORIA E PRELIMINARE ALL’AGGREGAZIONE IN COMO ACQUA S.R.L. DELLA SOCIETÀ’ AZIENDA SERVIZI INTEGRATI LAMBRO S.P.A. prevede:

  • attività di rilascio delle autorizzazioni all’allacciamento alla rete acquedottistica e di nulla-osta all’allacciamento di utenti domestici alla rete fognaria, nonché rilascio dei pareri agli enti preposti per il servizio di acquedotto/fognatura/depurazione (in particolare il rilascio dei pareri per le autorizzazioni allo scarico delle utenze industriali saranno emessi dall’Esecutore per conto del Gestore); si procederà come disciplinato dai regolamenti di acquedotto, fognatura e depurazione approvati dall’Ufficio d’Ambito, fatti salvi gli eventuali aspetti non disciplinati per i quali, in attesa delle proposte di revisione del Gestore, verranno utilizzate le precedenti modalità applicative;

A.S.I.L. S.p.A. ha predisposto la presente Carta del Servizio con riferimento al segmento della depurazione acque reflue e ai segmenti acquedotto e fognatura, in qualità di gestore dei servizi inerenti.

 
Carta dei servizi - Segmento Depurazione
Allegato 2 alla Carta del Servizio Idrico Integrato - segmento depurazione
Carta del servizio idrico integrato - segmenti acquedotto e fognatura

Regolamento per i servizi di fognatura

Collettamento e depurazione delle acque reflue urbane

E’ finalizzato ad assicurare la corretta gestione del servizio di raccolta, convogliamento e depurazione delle acque reflue urbane immesse nelle reti fognarie collegate agli impianti centralizzati di depurazione che fanno capo all’Ufficio d’Ambito di Como, recependo i dettami del D.Lgs. 152/06, nonché le norme emanate in materia dalla Regione Lombardia.

  Regolamento di fognatura A.S.I.L.

 

  Regolamento di fognatura Ufficio d’Ambito di Como

 

 Regolamento di fognatura Ufficio d’Ambito di Lecco

Regolamento del servizio di acquedotto

Definisce le condizioni generali che disciplinano l’erogazione della fornitura di acqua potabile da parte del Gestore nei comuni affidatari del servizio di acquedotto.

  Regolamento del servizio di acquedotto ASIL

 

  Regolamento per il servizio di Acquedotto – Allegato alla Convenzione tra ATO COMO e COMO ACQUA Srl

 

 

Fognature comunali e collettori consortili

Modelli per richieste di concessioni di allacciamento e/o pareri per autorizzazione allo scarico

Utenti industriali in provincia di Como:

Domanda di autorizzazione allo scarico – rinnovo – aggiornamenti per reflui industriali e prima pioggia in fognatura.

Comunicazioni / Richiesta di assimilabilità

Utenti industriali in provincia di Lecco:

Domanda di autorizzazione allo scarico – rinnovo – aggiornamenti – richieste di assimilabilità.

Acquedotti

Modelli per nuovi allacciamenti, adeguamenti prese e subentri, sostituzioni contatori, disdette contrattuali, autoletture, rimborso per perdita idrica.