E’ il 10 giugno 1975, quando, ai sensi degli artt. 156 e seguenti dei T.U. Legge Comunale e Provinciale del 3 marzo 1934 n. 383, viene istituito il Consorzio Ecologico dell’Alto Lambro e Piano d’Erba fra 21 Amministrazioni Comunali della zona circostante la città di Erba, con “lo scopo di adottare tutte le misure e provvedimenti atti a garantire la tutela dell’ambiente, la difesa della salubrità pubblica, del suolo, della flora e della fauna, ed in ogni modo eliminare tutte le cause di inquinamento, identificando per la soluzione di specifici problemi, zone omogenee’.

 

Nel periodo tra il ’75 e il ’95 il Consorzio realizza la costruzione del 1° lotto dell’impianto di depurazione biologica in località Baggero e delle aste principali dei collettori consortili per collegare l’intero territorio al depuratore.

 

Nel 1994, gli Enti sottoscrittori decidono di procedere con la revisione del Consorzio sulla base dei principi stabiliti dall’art. 25 della legge 142/1990, al fine di costituire un organismo totalmente rinnovato non solo nell’organizzazione gestionale ma nello stesso modello organizzativo, quale strumento operativo di carattere imprenditoriale, che abbia primaria cura del pubblico interesse ed il 1 febbraio 1995 l’Ente assume così la nuova denominazione di Consorzio Ecologico Alto Lambro e Piano d’Erba.

 

Con il nuovo modello organizzativo viene impresso tra il ’95 e il ’99 forte impulso al completamento delle opere che si concretizza nella realizzazione del 2° lotto dell’impianto, delle sezioni di denitrificazione e abbattimento del colore e nel completamento dei collettori consortili con i rami ausiliari che adducono all’impianto i reflui di tutti i Comuni consorziati, anche i più lontani dal depuratore.

 

L’11 maggio 2001 è stato stipulato l’atto notarile che ha concluso l’iter del processo di fusione per incorporazione dell’Azienda Bacino Bevera Spa nell’ASIL S.p.A. Ai 21 Comuni soci della Provincia di Como, si sono aggiunti 13 Comuni della Provincia di Lecco.